tdc-interior-design-spinelli-5

Tuscany Design Center, la moda incontra l’interior design

Quando il mondo della moda incontra quello dell’architettura e dell’arredamento, “Following your Passion” non può far altro che essere presente.

Sabato scorso (28 giugno) siamo state ospiti del Tuscany Design Center nel distretto artigianale di Perignano (Pisa) per una giornata all’insegna della creatività e dell’artigianato. A fare da sfondo ai vari eventi organizzati, i mobilifici e gli show-room che hanno accolto la sfida di far diventare i loro spazi dei set dai quali far nascere borse, bikini, t-shirt e pezzi unici dalle mani dei giovani artisti presenti.

Il nostro tour ha toccato 5 spazi espositivi in un susseguirsi di design, passione e soprattutto storie, le storie di quelli che da piccoli capannoni sono diventati dei contenitori di oggetti unici a cui rivolgersi per realizzare la casa dei propri sogni.
Siamo state catapultate in una vastità di scenari, da quelli minimal a quelli da fiaba, passando per linee moderne, vintage, e incontrando i capi saldi della storia del design italiano ma anche oggetti da set futuristici o dal regno della principessa Sissi. La tradizione che si unisce al nuovo, il legno massello che viene messo accanto al policarbonato e l’innovazione che va a reinventare l’oggetto comune. (cliccate sulle immagini per ingrandirle)

tdc-interior-design-ferretti-5

tdc-interior-design-domus-1

In un periodo dove tutto punta al risparmio, al minimo indispensabile ed anche le aziende più rinomate vengono toccate dall’inevitabile calo, è fondamentale fare gioco di squadra e “inventarsi” qualcosa per distinguersi e riemergere dall’ondata di crisi. Il Tuscany Design Center nasce nel Novembre 2013 per dare un segno di rinascita verso quel settore ricco di eccellenze riconosciute anche all’estero. Nella loro road map tante iniziative ed eventi per far tornare ai vecchi fasti la Via Livornese Est e questo era il primo, dove con l’ausilio del fashion si è premuto il tasto start.

Il mondo del fashion, il co-protagonista di questa giornata è stato rappresentato da 5 brand, tutti capitanati da toscani:
Nanot
Be Limousine
Gattabuia
– Due Di Latte
Tappo Bag

Nanot è un brand a cui sono legata e ve lo avevo già presentato qualche mese fa con questo post.
Claudia (livornese), una delle tre menti creative del marchio, ha portato con se una selezione di Borse accumunate tutte dalla maestria con cui vengono disegnate e realizzate. Ce ne sono per tutti i gusti, dalle più basic alle più particolari e vezzose come quelle con le frange. Ma non solo borse, anche bracciali e bikini. Chi mi segue su instagram sa bene di cosa parlo.
Durante la serata sono state dipinte a mano alcune borse realizzate per la spiaggia e la città, con l’intento di far circolare un po’ di originalità al prezzo irrisorio di 20€.
Un messaggio all’insegna della non omologazione, cerchiamo nuovi marchi e cose di reale valore.

Be Limousine si contraddistingue per le linee semplici ma ricercate delle sue t-shirt e felpe, ognuna è caratterizzata dalla grafica accattivante, semplice ma allo stesso tempo elegante e particolare.
In occasione dell’evento sono state personalizzate delle canottiere con ritagli di stoffa colorata posizionati e cuciti sul momento a richiesta nostra. Marchio perfetto per un look casual ma ricercato.

Gattabuia nasce dal sogno di Federica (di cui vi parlerò meglio in un post a parte) di realizzare qualcosa di suo sfuggendo dal sicuro, rappresentato per lei dal lavoro in importanti maison di moda.
Le borse che ne vengono fuori, vantano il valore proveniente dalla tradizione pellettiera fiorentina, quindi l’uso di pellami di alta qualità ma accostati a materiali che creano giochi e contrasti, caratterizzando così ogni singola collezione. Infatti la collazione in corso vede il connubio pelle-pvc con colori freschi ed allegri adatti alla stagione estiva.

Due Di Latte è passione e la giusta dose di follia. Due sorelle che avvalendosi degli artigiani dell’indotto tessile toscano, creano t-shirt in fibra di latte. La caseina diviene l’ingrediente principale per la creazione delle loro collezioni, utilizzando anche il cotone bio o la fibra di riso a seconda della voglia di indossare latte intero, parzialmente scremato o latte di riso. Le stampe vintage e il design minimale mettono l’accento sulla qualità del tessuto e sulla sua morbidezza.

Tappobag dal 2012 rende giustizia all’idea green di realizzare borse riciclando vecchi tappi di metallo di bottiglie. La trama e l’ordito vengono sostituiti da file e colonne di tappi che sterilizzati e forati compongono l’oggetto cucito a mano. Sono disponibili più di 13 modelli tra borse ed accessori personalizzabili con 20 tipi di stoffe e 30 tipi di tappi ottenendo un oggetto assolutamente unico.

 

I vari brand potete seguirli sui vari social o visitare i loro siti internet dove troverete i punti vendita sparsi per tutta Italia.

La giornata si è conclusa con aperitivi e dj set presso il mobilificio Domus.
Sicuramente un grande avvio che promette il meglio per la futura serie di eventi.

tdc-blogger-group

Spero di avervi incuriosito.

S.

INSTAGRAM | TWITTER | FACEBOOK | BLOGLOVIN’

Si ringrazia per l’ospitalità “Ferretti Tradizione e Design”, “Retini”, “Spinelli illuminazioni”, “Gallery” e “Mobilificio Domus”

17 pensieri su “Tuscany Design Center, la moda incontra l’interior design

What do you think?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...